affitto con riscatto

Da inquilino a proprietario
un sogno che diventa realtà!

Ma che cos’è questo affitto con riscatto?
– E’ una formula che prevede la possibilità di acquistare una casa portando in detrazione l’ammontare, in tutto o in parte, del canone di locazione pattuito con il proprietario dell’immobile, occupando immediatamente l’alloggio.
Quali sono i vantaggi nell’immediato?
– Imu, tasse e spese straordinarie rimangono a carico del proprietario fino alla data del riscatto
– blocchi il prezzo dell’immobile senza subire nessun tipo di aumento nel tempo
– contratto di affitto con riscatto che può essere registrato presso un qualsiasi ufficio dell’ Agenzia delle Entrate
Eccoti un esempio di affitto con riscatto in termini economici:
valore dell’immobile:                                                        € 90.000
acconto:                                                                                € 5.000
affitto mensile:                                                                       € 500
di cui in detrazione:                                                               € 400
durata del contratto:                                                            8 anni
importo scalato dal costo totale dell’immobile:          € 38.400
valore residuo:                                                                  € 46.600
con un valore residuo così contenuto, potrai procedere all’estinzione del debito richiedendo ad una banca o ad una società finanziaria un eventuale prestito.
Affittando semplicemente lo stesso immobile, avresti speso 400 e. mensili ma gettato al vento ben 400 x 12 x 8 = 38.400e. che invece, come vedi nell’ esempio sopra, ti porti in detrazione dal costo totale dell’immobile.
Posso ripensarci quando voglio?
– si per tutta la durata del contratto.
E se non riesco ad onorare il contratto?
–  mentre il proprietario è obbligato a vendere, l’inquilino può sempre decidere o meno di acquistare, quindi, se per un qualsiasi motivo vuoi recedere dal contratto, lo puoi fare ma non avrai diritto alla restituzione dei canoni interi versati.
Comunque puoi sempre inserire una clausola “paracadute” che ti permette non solo di recuperare i canoni versati ma anche, a determinate condizioni, di guadagnare.
Che contratto devo stipulare?
– nell’affitto con riscatto si procede, a differenza del rent to buy, alla stipula di due contratti: uno è un normale contratto d’affitto e l’altro è il contratto di riscatto.
Quale è la tassazione?
– al perfezionamento, si pagheranno le spese di registrazione sia del contratto d’affitto, ( a meno che il proprietario non opti per la cedolare secca), sia del contratto di riscatto. Al momento dell’acquisto, quelle ordinarie a seconda che si tratti di prima o seconda casa.